GLOSSARIO IMMOBILIARE

ABITABILITA'/AGIBILITA'
Insieme delle condizioni previste dalla legge, che rendono abitabile o agibile un Immobile (Casa, Edificio, Appartamento,Negozio o simile).

ABUSO EDILIZIO
È un Opera Edilizia non autorizzata, o diversa nella struttura o nella volumetria da quanto stabilito nel progetto approvato dagli Uffici competenti.

ACCERTAMENTO
E' il Controllo sugli Immobili eseguito dal fisco, che verifica la dichiarazione effettuata da parte dei contribuenti, comunicando poi la sua valutazione.

AFFITTO
Cessione temporanea del godimento di un bene mobile o Immobile in cambio del pagamento di un Canone di Affitto, altresì definito di Locazione, utilizzato sopratutto negli Immobili.

ALLOGGI
Ogni forma di luogo in cui si può abitare: Abitazione, Casa, Camera, Stanza

ANDRONE
Luogo di passaggio che dal portone esterno di un edificio immette nella scala o nel cortile interno.

ANGOLO COTTURA
Spazio di dimensioni ridotte adibito a cucina in un locale di soggiorno.

APPARTAMENTO
Abitazione indipendente all'interno di un Edificio.

AUTORIZZAZIONE EDILIZIA
Autorizzazione concessa dal sindaco di compiere opere edili senza pagamento di oneri.

BAGNO DI SERVIZIO
Bagno in genere più piccolo del bagno principale della Casa o Appartamento. Generalmente non possiede in completo tutti gli impianti sanitari.

BALCONE
Ripiano che sporge dal muro esterno di una Casa. E' chiuso da un parapetto.

BILOCALE
Si dice di un'unità Immobiliare costituita da due Camere più i servizi.

BOLLO (IMPOSTA)
È una tassa imposta dallo stato che, impone l'uso della carta bollata. L'inosservanza di tali prescrizioni rende l'atto comunque valido, ma dà luogo ad una sanzione pecuniaria.

BRANDA
Letto con telaio metallico pieghevole e trasportabile.

BUONUSCITA
Somma patteggiata dal locatore con il conduttore perchè quest'ultimo lasci libero l'Immobile locato.

CAMERA DA LETTO IN SOPPALCO
Camera da letto realizzata sopra un soppalco e con il letto sopra il soppalco stesso. Il soppalco può trovarsi nel soggiorno.

CAMERA DOPPIA
Camera normalmente provvista di due Letti singoli da una piazza. Se i due Letti singoli sono sostituiti da un Letto a castello, deve essere sempre specificato nelle note.

CAMERA MATRIMONIALE
Camera normalmente provvista di un Letto matrimoniale da due piazze. Se il Letto è da una piazza e mezzo, deve essere sempre specificato nelle note.

CAMERA QUADRUPLA
Camera normalmente provvista di quattro Letti singoli da una piazza. Due o quattro dei Letti singoli possono essere sostituiti da uno o due Letti a castello: questa eventualità deve essere comunque sempre esplicitata nelle note.

CAMERA SINGOLA
Camera provvista di un Letto singolo da una piazza.

CAMERA TRIPLA
Camera normalmente provvista di tre Letti singoli da una piazza. Due dei tre Letti singoli possono essere sostituiti da un Letto a castello ma deve eventualmente essere sempre esplicitata nelle note.

CANONE DI LOCAZIONE
Nel gergo rappresenta l'Affitto, cioè la somma prestabilita di denaro pagata periodicamente dal conduttore (Inquilino) al Locatore (proprietario) in cambio del godimento di un Immobile.

CAPARRA
Somma di denaro o altro bene fungibile che una parte contraente versa all'altra quando viene stipulato un contratto, specie preliminare, a garanzia dell'adempimento o come penale in caso di recesso ingiustificato, definite rispettivamente come caparra confirmatoria o caparra penitenziale.

CAPARRA CONFIRMATORIA
È un anticipo sul prezzo d'acquisto dell'Immobile e impegna entrambi le parti alla conclusione dell'affare. Se l'acquirente si ritira dall'affare perde ciò che ha versato; se è il venditore a ritirarsi dall'impegno sarà lui a dover rendere all'acquirente la soma ricevuta, oltre a una penale pari al doppio della somma ricevuta.

CAPARRA PENITENZIALE
È una somma di denaro prestabilita nel contratto, a indennizzo dell'eventuale recesso dal contratto. In questo le parti hanno già stabilito la possibilità di recedere dal contratto. Nel caso sia il compratore a recedere perde quanto versato, in caso sia il venditore deve restituire il doppio. Con questa formula viene preventivamente esclusa la possibilità di richiedere al giudice il trasferimento della proprietà o di richiedere un risarcimento di danni. Se non viene specificata nel contratto essa coincide con la caparra.

CAPITOLATO
Descrizione precisa e dettagliata dei lavori da eseguire, e del materiale impiegato, e fa parte integrante del contratto d'appalto con il quale viene affidato a un'impresa la costruzione o i lavori di manutenzione o ristrutturazione di un Immobile.

CAPO-SCHIERA
Case poste all'inizio e alla fine della schiera, in un complesso a schiera.

CATASTO
Rappresenta l'inventario di tutti gli Immobili e di tutti i Terreni presenti nello Stato. Le funzioni del catasto riguardano principalmente gli aspetti fiscali, nonchè altre funzioni come l'accertamento della proprietà, la stima delle unità Immobiliari, la stima dei Terreni. Esso si suddivide in Catasto Terreni e Catasto Urbano, che rispettivamente costituiscono l'inventario dei suoli, dei fabbricati rurali, delle strade, dei corsi d’acqua e l'inventario di tutti i fabbricati.

CATEGORIE CATASTALI
Costituiscono per ciascuna zona, le varie categorie di Immobili. La qualificazione si basa nel distinguere gli Immobili in funzione della loro destinazione ordinaria e permanente: le categorie catastali sono cinque: Abitazioni, Edifici a uso collettivo, come caserme o scuole, Commerciali, Immobili Industriali, Immobili Speciali. Ogni categoria si suddivide inoltre in altre: fra le abitazioni si distinguono lusso, civile, economica, popolare, ultrapopolare, case rurali, villini, ville, immobili storici.

CAUZIONE
Somma di denaro data come garanzia.

CLASSE CATASTALE
Costituisce una ulteriore distinzione per ciascuna categoria di Immobile. Ogni categoria di Immobile viene suddivisa in tante classi quanti sono i gradi notevolmente diversi delle rispettive capacità di reddito. Tali distinzioni dipendono principalmente dalla qualità urbana (infrastrutture e servizi presenti nella zona) ed ambientale (pregio o degrado dei caratteri paesaggistici e naturalistici), la zona di mercato immobiliare in cui l’unità stessa è situata, e le caratteristiche edilizie di cui dispone (l’esposizione, il grado di rifinitura, lo stato di mantenimento).

COMPLESSO A SCHIERA
Insieme di Case costruite l'una contigua all'altra o a brevissima distanza l'una dall'altra.

COMPRAVENDITA
Si tratta del trasferimento della proprietà di una cosa verso il corrispettivo di una somma di denaro (prezzo), attraverso la sottoscrizione di entrambe le parti di un contratto consensuale.

COMPROMESSO
Chiamato anche Preliminare di Compravendita o Promessa di Vendita, per questo tipo di contratto è prevista la sola forma scritta. Costituisce un Contratto con il quale le parti si obbligano a concludere un futuro contratto di cui fin d'ora viene determinato l'intero contenuto. È garantito dal pagamento di una caparra e in caso di recesso, se non è indicato nel contratto, la penale da applicare è la medesima della caparra confirmatoria.

CONDOMINIO
Un Condominio è costituito quando si hanno quattro o più proprietari di porzione di edificio definito giuridicamente a struttura genericamente verticale, aventi più parti comuni. Prevede, a differenza della comunione, la possibilità di parti a proprietà esclusiva.

CONDONO EDILIZIO
Nel caso di difformità tra la planimetria depositata in catasto e quella attuale vi sono due possibilità: o si tratta di semplici irregolarità formali sanabili con una semplice segnalazione in catasto o invece si tratta di irregolarità sostanziali, che violando leggi e regolamenti urbanistici andavano "sanate" mediante il condono edilizio. Non è possibile vendere una Casa non condonata. Le Leggi 47/85 e 724/94 regolano eventuali abusi posti in essere dal proprietario successivamente alla costruzione di un Immobile quali ad esempio l'apertura di una finestra, la copertura di un terrazzo ecc. In caso di acquisto di un Immobile è importante recuperare e verificare tutta la documentazione inerente al relativo condono nonché tutte le ricevute di versamento effettuate dal venditore.

CONDUTTORE
Sinonimo di Inquilino.

CUCINA ABITABILE
Cucina nella quale c'è lo spazio almeno per un tavolo con quattro persone sedute.

CUCINA NON ABITABILE
Cucina nella quale non c'è lo spazio per un tavolo con quattro persone sedute.

CUCINOTTO
Piccola stanza adibita a cucina nella quale c'è lo spazio esclusivamente per cucinare.

DEMANIO
Del demanio fanno parte i beni appartenenti allo Stato, Regione, Provincia e Comune, utilizzati per raggiungere fini di interesse pubblico.

DEPANDANCE
Edificio complementare alla Casa, dalla quale è separato, ma più piccolo rispetto a quello principale.

DEPOSITO CAUZIONALE
È una somma versata dall'Inquilino al Locatario a garanzia della buona conservazione della Casa o Appartamento.

DISTANZE NELLE COSTRUZIONI
Regolati dai regolamenti comunali stabiliscono la distanza fra edifici: in caso di mancanza è il codice civile che stabilisce le distanze, che non possono essere inferiori a tre metri.

DIVANO LETTO
Divano che può essere trasformato in Letto. Può essere a una piazza, a una piazza e mezzo o a due piazze.

DOCCIA
Piccolo spazio destinato alla doccia. Normalmente è delimitato da una struttura rigida in muratura o in altro materiale, oppure da una tenda di plastica.

DOCCIA A PAVIMENTO
Doccia senza il piatto. L'acqua defluisce attraverso lo scarico praticato nel pavimento, costruito leggermente in pendenza per favorire il deflusso dell'acqua.

FORMA AD SUBSTANTIAM
È la forma richiesta per gli atti di maggiore importanza che la legge esige, ovvero la forma scritta. In questa ipotesi la forma è prescritta ad substantiam: l'atto cioè non è valido se non è fatto con la forma stabilita.

GARAGE
Spazio interno o esterno alla Casa dedicato alla sosta privata dell'auto.

GARANZIA PER EVIZIONE
L'evizione è la garanzia che la cosa venduta non appartiene ad altri che la possano rivendicare. L'evizione si verifica quando risulta che la proprietà della cosa venduta spetta ad un terzo

GARANZIA PER I VIZI
La garanzia per i vizi è la garanzia che deve essere data relativamente all'oggetto del contratto, che deve essere esente da difetti che la rendono inidonea all'uso o ne diminuiscono in modo apprezzabile il valore.

GAZEBO
Chiosco da giardino; piccolo belvedere.

GIARDINO
Appezzamento di Terreno in cui si coltivano fiori e piante ornamentali.

HINTERLAND
Il territorio circostante una grande città, sul quale essa esercita influenza sociale, economica e culturale e di cui utilizza in gran parte la forza lavoro.

I.C.I.
È l'Imposta Comunale sugli Immobili. La base imponibile è costituita dalle relative rendite catastali e l'aliquota varia tra il 4 e il 6 per mille a discrezione dei singoli Comuni.

IMPOSTA SOSTITUTIVA
Trattenuta di imposta operata direttamente da una delle controparti in una transazione per conto del Fisco.

INDIPENDENTE (CASA)
Casa unifamiliare con quattro lati liberi, circondata da giardino.

INGRESSI SEPARATI
Segnala la presenza di accessi indipendenti alle singole unità abitative, quali Monolocali, Appartamenti o Camere.

INGRESSO IN COMUNE
L'accesso alla Casa è condiviso con un'altra o con altre Case. Di solito si tratta di un vialetto di passaggio che conduce alle diverse unità abitative.

LASTRICO SOLARE
E' il tetto, non inclinato, dell'edificio, che, se agibile è chiamato terrazzo.

LETTINO CON SPONDE
È un Letto concepito per i bambini. E' dotato di sponde di sicurezza, per impedirne la caduta.

LETTO A CASTELLO
Si tratta di un Letto a due "piani", in cui, ogni piano è dotato di un Posto Letto. Quando parliamo di un Letto a castello, intendiamo una struttura da due Posti Letto con due ripiani sovrapposti.

LETTO AGGIUNTIVO
Tale clausola permette l'aggiunta di un Letto in più rispetto ai Posti Letto indicati nella scheda. La possibilità di aggiungere il Letto non è automatica ma è legata alle indicazioni del proprietario.

LETTO AD UNA PIAZZA E MEZZO
Letto più grande di uno singolo a una piazza e più piccolo di un Letto matrimoniale a due piazze: viene altresì chiamato come Letto alla francese.

LETTO MATRIMONIALE
Letto a due piazze. È possibile che le dimensioni di tale Letto sia simile a quella di un Letto ad una piazza e mezzo, ma in questo caso deve essere sempre specificato.

LETTO SINGOLO
Letto a una Piazza, con un Posto Letto.

LIVELLO (1, 2, 3, …)
Viene utilizzato per determinare i piani di una Casa. Il primo Livello della Casa è quello più basso, ma non necessariamente è quello in cui è presente l'entrata alla Casa stessa.

LOCATARIO
È colui che riceve un bene in Locazione: nel caso di una Camera o Stanza in Affitto, il locatario è l'inquilino di un Appartamento. È il sinonimo di Inquilino

LOCATORE
È colui che cede un bene in Locazione: nel caso di una Stanza in Affitto, o di un Appartamento, il locatore è il proprietario dell'Appartamento stesso.

LOCAZIONE
Contratto con cui una parte (Locatore) concede a un'altra (Locatario) il godimento di un bene mobile o Immobile per un certo tempo e dietro un corrispettivo determinato (Affitto), essa sia una Casa, un Appartamento o una Camera.

LOFT
Grande Solaio o ex-magazzino trasformato in Abitazione o Studio a spazio aperto.

LOGGIATO
Parte di Abitazione aperta su uno o più lati, con copertura sorretta da pilastri o colonne.

MANDATO
È il contratto con cui una parte assume l'obbligo di compiere uno o più atti per conto e nell'interesse dell'altra parte.

MANSARDA
Si tratta dell'insieme dei locali abitabili che sta sotto le falde di un tetto.

MANUTENZIONE ORDINARIA
Consiste nel riparare o rinforzare senza alcuna formalità amministrativa parti della struttura, delle murature e della copertura di un edificio. Riparare e sostituire le finiture interne delle costruzioni, installare serramenti, installare e spostare pareti mobili. All'esterno dei fabbricati vengono considerati di manutenzione ordinaria il ripristino della facciata, la riparazione e sostituzione degli infissi, il rifacimento del tetto, l'installazione di grate, interventi di manutenzione del verde.

MANUTENZIONE STRAORDINARIA
Consiste negli interventi riguardanti il consolidamento, rinnovamento e sostituzione di parti delle costruzioni. Per le Manutenzioni Straordinarie, si deve presentare un progetto edilizio ed è necessaria l'autorizzazione, ottenibile anche attraverso il silenzio assenso entro 90 giorni dalla presentazione della domanda.

MEDIATORE
Il mediatore, senza essere legato a nessuna parte, le mette in relazione per la conclusione di un affare. Se, per effetto del suo intervento l'affare viene concluso, esso ha diritto alla provvigione da ciascuna delle parti. Può distinguersi come persona o come Agenzia Immobiliare.

MULTIPROPRIETÀ
Acquisto del diritto all'uso di un'Abitazione per un determinato periodo dell'anno. A seconda del sistema giuridico in cui ci si riferisce, esso cambia di significato: nel sistema giuridico italiano si acquista in genere un diritto su una porzione dell'Immobile; nel sistema anglosassone (timesharing) si acquista invece una porzione di tempo e la gestione delle quote viene affidata a un trust. Vi sono altre formule chiamate miste, come la "nuovelle propriètè " francese, in cui si acquista interamente l'Immobile, ma è trasferito un diritto di usufrutto decennale a una società di gestione, che l'utilizza per locare l'Immobile ad altri.

PALAZZINA
Abitazione signorile non molto grande, per lo più con giardino. Può essere definita anche Villetta.

PALAZZO
Edificio di grandi proporzioni e di pregio architettonico, adibito nel passato ad abitazione di signori o famiglie nobili, e oggi per lo più a sede di organi di governo, di uffici pubblici, di istituzioni culturali e simili.

PARCHEGGIO
Una Casa è dotata di parcheggio quando vi è uno spazio di proprietà della Casa in cui è possibile parcheggiare l'auto.

PERTINENZA
Senza costituirne parte integrante, è una cosa posta a servizio o ad ornamento di un'altra, con l'utilità di accrescerne l'utilità o il pregio.

PIANO INTERRATO
Piano di una Casa o Appartamento posto interamente sotto il livello terra.

PIAZZA (DEI LETTI)
Il valore che assume la Piazza è relativo ai Posti Letto disponibili.

PIGNORAMENTO
È la forma più importante del processo esecutivo ed ha per oggetto l'espropriazione dei beni del debitore in caso questi non adempia al pagamento e quindi alla sua vendita. Le forme di questo procedimento sono regolate dal codice.

PRELAZIONE
È il diritto di soddisfarsi sui beni del debitore a preferenza di altri debitori. Le cause legittime di prelazione sono il pegno, l'ipoteca e i privilegi

PRELIMINARE
È il contratto con il quale le parti si obbligano a concludere un futuro contratto di cui fin d'ora viene determinato l'intero contenuto. Oggetto del contatto è una prestazione di fare. La promessa di vendita è denominata anche compromesso.

PRESCRIZIONE
Produce l'estinzione di un diritto per effetto dell'inerzia del titolare del diritto stesso che non lo esercita o non lo usa per il tempo stabilito dalla legge.

PROCURA
È l'atto con il quale una persona conferisce ad un altra il potere di rappresentanza. La procura serve a rendere noto a tutti coloro con i quali il rappresentante entrerà in contatto, che lo stesso è stato autorizzato a trattare.

PROPOSTA
Atto che precede il perfezionamento del contratto. Consiste nella dichiarazione del proponente a dare o fare qualcosa. La volontà contrattuale si perfeziona con l'accordo o con il consenso di colui al quale la proposta è destinata.PROVVIGIONE
È il compenso spettante all'intermediario a fronte della prestazione dallo stesso effettuata.

RECESSO
È una delle cause di scioglimento del contratto ammesse dalla legge: consiste nel diritto concesso a una o a entrambe le parti, di sciogliersi dal contratto con una dichiarazione di volontà unilaterale che deve essere comunicata all'altra parte.

REGISTRAZIONE
Consiste nel deposito del documento o contratto presso l'Ufficio del Registro,prevalentemente a scopi fiscali ed in quanto costituisce il mezzo di prova per dimostrare la data di una scrittura privata di fronte ai terzi. In caso di omissione della registrazione, il contratto non è invalido, ma non sarà possibile l'esibizione in giudizio finché non sia avvenuta la registrazione e non sia pagata la sanzione pecuniaria per la ritardata registrazione.

REGISTRI IMMOBILIARI
Servono ad accertare le vicende dei beni. In particolare per appurare se una determinata proprietà risulta venduta, o no, ad altre persone oppure se è gravata da ipoteca o privilegi.

REGOLAMENTI COMUNALI
Stabiliscono la distanza degli edifici e le norme dettate nell'interesse generale. Il regolamento comunale è ad integrazione alle disposizioni previste dal codice civile.

REGOLAMENTO CONDOMINIALE
Norma interna al Condominio, che regola gli aspetti dell'utilizzo dei beni comuni che non siano già previsti dal codice civile e che in alcuni casi può addirittura derogare dal codice civile. Può essere di due tipi: Contrattuale, quando è stato predisposto dal costruttore o da tutti i condomini e la modifica è possibile solo con l'unanimità dei consensi, mentre è assembleare quando è stato deciso a maggioranza dall'assemblea condominiale. L'acquisto di un Appartamento, Locale o Stanza che sia, comporta l'automatica accettazione del regolamento di condominio.

REGOLAMENTO CONDOMINIALE ASSEMBLEA (INTERNO)
È il regolamento approvato in assemblea con l'assenso di almeno metà dei partecipanti e metà delle quote millesimali possedute. Si limita a regolare l'uso delle parti comuni e dei servizi e non può derogare dal codice civile. E' modificabile almeno con la stessa maggioranza dell'approvazione.

REGOLAMENTO CONDOMINIALE CONTRATTUALE (ESTERNO)
È il regolamento approvato dall'unanimità dei condomini o imposto dal costruttore agli acquirenti delle unità immobiliari. Può essere cambiato solo con l'unanimità dei consensi (salvo le norme di semplice gestione) e dovrebbe essere trascritto in allegato all'atto di acquisto. L'acquisto di un Appartamento comporta spesso l'automatica accettazione del regolamento di condominio.

REGOLAMENTO DI CONDOMINIO
Nei condominio è obbligatoria la stesura di un Regolamento contenente le norme circa l'uso delle parti comuni e la ripartizione delle spese. Esso viene approvato dall'assemblea con la maggioranza richiesta, oppure è contrattuale in caso di unanimità, o se accettato all'atto d'acquisto di un nuovo immobile.

RENDITA CATASTALE
Valore attribuito dal catasto a una determinata unità immobiliare. E' la base di calcolo per le imposte che gravano sulla Casa. La rendita moltiplicata per 100 diventa la base imponibile sulla quale si pagano le imposte sulla compravendita.

RESIDENZA TURISTICA
Insieme di Case e servizi destinati a un uso prettamente turistico. La Residenza turistica ha alcune caratteristiche che la distinguono da un complesso residenziale: si estende su una superficie normalmente più piccola, le Case hanno una tipologia standard e sono di proprietà di un unico soggetto.

SEMINTERRATO
Piano di un edificio che si trova in parte sotto il livello del suolo.

SERVITÙ
La servitù, se passiva, è un obbligo che grava su un Immobile, e quindi sul suo proprietario, a favore dell’Immobile che detiene la rispettiva servitù attiva. L’obbligo può essere a fare o a non fare. Casi classici sono le servitù di passaggio (diritto ad attraversare il fondo del vicino) o l’obbligo a non sopraelevare un edificio. Le servitù possono essere estinte per rinuncia del titolare, per consolidazione, se il proprietario del fondo dominante acquista la proprietà del fondo servente o viceversa e per non uso ventennale (prescrizione).

SOGGIORNO
Ambiente della Casa nel quale si sta abitualmente durante il giorno.

SOGGIORNO CON ANGOLO COTTURA
Soggiorno, avente le stesse caratteristiche di un Soggiorno normale, ma con una parte di esso attrezzata a cucina (con fuochi e lavello).

SOPPALCO
Locale praticabile ricavato nella parte alta di una Stanza, al quale si accede tramite scale.

SUPERFICIE
Tutto ciò che sta sopra o sotto il suolo appartiene al proprietario del suolo stesso. Il proprietario del suolo può attribuire ad altri il diritto di superficie consistente o nella proprietà della costruzione separata dalla proprietà del suolo o nel diritto che il proprietario del suolo concede ad altri, di fare al di sopra del suolo una costruzione.

TERMINE
È un avvenimento futuro e certo dal quale (termine iniziale) o fino al quale (termine finale) debbano prodursi gli effetti di un contratto.

TRANSAZIONE
Contratto con cui le parti, mediante reciproche concessioni, pongono fine ad una lite.

TRASCRIZIONE
Mezzo di pubblicità riferito agli Immobili, con lo scopo di far conoscere ai terzi le vicende giuridiche di un Immobile. È presente nei Pubblici Registri Immobiliari.

USO
Tipo limitato di usufrutto, consistente nel diritto di servirsi di un bene e di raccoglierne i frutti limitati ai bisogni propri e della famiglia se di tipo fruttifero. Il diritto di uso non si può cedere o dare in locazione estinguendosi con la morte del titolare.

USUCAPIONE
È il mezzo in virtù del quale, per effetto del possesso protratto per un certo tempo, si produce l'acquisto della proprietà e dei diritti reali di godimento.

USUFRUTTO
E' il diritto di godere di cosa altrui. Se nulla risulta da atto contrario si intende costituita per tutta la durata della vita dell'usufruttuario, che può cedere ad altri il proprio diritto, lo può concedere in ipoteca e può anche dare in locazione i beni che formano oggetto di usufrutto.

UTE
Ufficio Tecnico Erariale.

VENDITA
È il contratto che ha per oggetto il trasferimento della proprietà di una cosa contro il pagamento di un prezzo. La vendita è un contratto consensuale. Per il suo perfezionamento non occorre la consegna della cosa, in quanto essa è obbligazione del venditore.

VISURA CATASTALE
Ispezione dei documenti rilevanti che riguardano Immobili, tramite la consultazione delle schede catastali,presso l'ufficio del catasto.

VISURA IPOTECARIA
Consultazione, presso la Conservatoria dei registri immobiliari, delle proprietà immobiliari intestate ad un soggetto e delle eventuali ipoteche gravanti su di esse.

VIZI (DELLA COSA)
La garanzia per i vizi è relativa all'immunità della cosa da difetti che la rendano inidonea all'uso o ne diminuiscano in modo rilevante il valore.